Teatro Galli a Rimini: approvati i lavori per la dotazione ‘multimediale’ e gli arredi polettiani

Venerdì 29 Dicembre 2017 - Rimini
I lavori di ricostruzione al Teatro Galli in una foto d'archivio

Tre delibere della Giunta per completare l'intervento di ricostruzione e rendere il 'Galli' una macchina culturale capace di ospitare qualsiasi genere di spettacolo

Con tre delibere la Giunta comunale di Rimini completa, al termine dei lavori dell’intera opera ormai definiti nel mese di giugno 2018, l’intervento di ricostruzione del Teatro Amintore Galli. Si tratta di tre interventi che, rimanendo nel quadro economico previsto nel momento dell’approvazione del progetto esecutivo del 2011, inseriscono quelle ulteriori opere che, allora non contemplate, consentiranno con un vero salto tecnologico di fare del Galli quella macchina culturale capace di ospitare qualsiasi genere di spettacolo.

 

In particolare con i tre atti approvati saranno realizzate tutte le polifere per le linee di alimentazione e cablaggio, i punti presa e i quadri di comando degli impianti speciali audio-video e luci di scena che andranno a formare la dotazione di apparati di ultima generazione per il funzionamento della complessa macchina teatrale.

Inoltre sarà attualizzata la meccanica di scena alle esigenze degli operatori che dovranno allestire le scene e l’organizzazione del palcoscenico.

Infine nuove migliorie alle decorazioni della volta e dell’arcoscenico, individuate dopo gli ultimi e ulteriori studi condotti negli archivi dell’architetto Luigi Poletti, allo scopo di riprodurre in modo sempre più fedele per avvicinare sempre più la Sala del teatro Galli ricostruito a quella originale. Tra i lavori anche il posizionamento dell’orologio che riprende la fattura di quello oggi visibile sulla facciata del Foyer.