Sì all'emendamento, scongiurati i licenziamenti per i cantieri Pavimental a Rimini

Martedì 19 Dicembre 2017
Foto di repertorio

In Commissione Bilancio della Camera via libera alla proposta del parlamentare riminese Tiziano Arlotti (Pd) che riporta dal 20% al 40% la percentuale di lavori di manutenzione eseguibili in house

Tirano un sospiro di sollievo i circa tremila dipendenti delle imprese di manutenzione che fanno capo alle concessionarie autostradali. Dalla commissione Bilancio della Camera arriva infatti l'ok all'emendamento del parlamentare riminese del Partito democratico, Tiziano Arlotti, che scongiura la mobilita', riportando da 20% al 40% la percentuale di lavori eseguibili in house. A Rimini i licenziamenti avrebbero riguardato una decina di dipendenti del cantiere Pavimental. 

Arlotti era stato fra i primi a sollevare il problema interrogando in merito a inizio novembre il ministro del Lavoro, Giuliano Poletti, e quello dello Sviluppo economico, Carlo Calenda. Con il nuovo Codice appalti, infatti, spiega il dem, le societa' in house delle concessionarie autostradali avrebbero potuto eseguire direttamente solo il 20% di lavori, servizi e forniture, e non piu' il 40% della normativa previgente.

Autostrade per l'Italia, che ha in scadenza al 31 dicembre un contratto pluriennale per la manutenzione, "aveva espresso la volonta' di avviare la procedura di mobilita' per i dipendenti di Pavimental per mantenere in equilibrio il conto economico".

Arlotti era al fianco dei lavoratori anche la scorsa settimana a Roma, durante la manifestazione contro i licenziamenti. "L'approvazione dell'emendamento - commenta - consentira' di accelerare ora la procedura di realizzazione delle opere compensative della terza corsia della A14, per cui si e' alla fase del progetto esecutivo delle rotatorie sulla statale 16 e dei sottopassi".