Recuperate dalla Capitaneria di Porto due zattere di salvataggio spiaggiate a Rimini

Martedì 14 Novembre 2017 - Bellaria - Valmarecchia, Rimini
Una delle zattere di salvataggio arrivate sulla spiaggia di Rimini (foto Capitaneria di Porto)

Sono i mezzi di salvataggio in dotazione a due piattaforme Off-shore Eni nello specchio d'acqua antistante Pesaro ed Ancona, arrivate sul litorale riminese per la burrasca di questi giorni

Nelle prime ore del mattino sono pervenute alla Sala Operativa della Capitaneria di porto di Rimini delle segnalazioni inerenti al rinvenimento di due zattere di salvataggio spiaggiatesi sul litorale riminese. In particolare - come spiega un comunicato stampa della Guardia Costiera - una è stata rinvenuta sulla spiaggia di Viserba, all’altezza dello stabilimento balneare numero 52, e l’altra sul litorale tra Torre Pedrera e Bellaria. 

Sui luoghi è intervenuto il personale della Capitaneria di porto di Rimini, al fine di accertare la provenienza delle zattere e la dinamica che le ha portate fin sulla spiaggia. Dall’attività di indagine è emerso che le zattere sono i mezzi di salvataggio in dotazione a due piattaforme Off-shore denominate “Barbara” e “Brenda”, ubicate in Adriatico, nello specchio d'acqua antistante Pesaro ed Ancona, in concessione alla Società ENI S.P.A., e arrivate sul litorale riminese a causa delle condizioni meteomarine avverse presenti in zona in questi giorni.

Informata di quanto accaduto, la società concessionaria delle piattaforme ha provveduto al recupero dei mezzi di salvataggio.