Prolungamento del molo di Cattolica: le categorie vanno a incontrare l'assessore regionale Corsini

Domenica 24 Dicembre 2017 - Cattolica - Valconca, Riccione
Fabrizio Vagnini (Confesercenti Rimini)

La Confesercenti denuncia le difficoltà della piccola e media distribuzione e chiede Consigli comunali aperti anche su turismo e commercio

Sul volere il prolungamento del molo di Cattolica c'è unità di vedute delle categorie ecomiche e delle forze politiche e da tutti parte la richiesta di tavoli di lavoro con la Regione per valutare ulteriori possibilità prima di realizzare l'opera. Lo riferisce Fabrizio Vagnini, presidente provinciale di Confesercenti Rimini, all'indomani dell'ordine del giorno votato all'unanimità nel Consiglio comunale aperto di Riccione. Mercoledì 27 dicembre a Misano è in programma l'incontro fra l'assessore regionale al turismo e commercio Andrea Corsini e le associazioni economiche che hanno sostenuto il documento.

Le categorie fanno appello alle istituzioni sul prolungamento del molo di Cattolica, la Regione risponde. E' in programma nella mattinata di mercoledì 27 dicembre a Misano l'incontro fra l'assessore regionale al turismo e commercio Andrea Corsini e le associazioni economiche che hanno sostenuto l'ordine del giorno votato all'unanimità venerdì nel Consiglio comunale aperto di Riccione. Lo riferisce Fabrizio Vagnini, presidente provinciale di Confesercenti Rimini, che ha tenuto l'intervento di apertura della seduta. “Analoghe richieste ufficiali di incontro sono state inviate al presidente della provincia di Rimini e al sindaco di Riccione - ricorda Vagnini - e siamo felici che la Regione abbia risposto rapidamente. Il progetto di prolungamento del molo di Cattolica è un tema di interesse globale che preoccupa operatori e cittadini ed è capace di fare superare gli steccati per arrivare a una soluzione condivisa. Lo dimostra il fatto che per la prima volta ci sia stata unità di vedute e che la richiesta di tavoli di lavoro con la Regione per valutare ulteriori possibilità prima di realizzare l'opera sia stata votata all'unanimità”.

Vagnini chiede che anche altre questioni di interesse generale siano dibattute in prossimi Consigli aperti. “Ho molto apprezzato l'iniziativa dello scorso venerdì 22 dicembre e mi auguro che possano essere convocate nuove sedute su argomenti come il turismo (su cui parteciperemo anche al tavolo annunciato dal sindaco Tosi), il commercio, i nuovi progetti di centri commerciali su cui stiamo conducendo la nostra battaglia - aggiunge il presidente provinciale di Confesercenti Rimini -. I dati della Camera di Commercio della Romagna ci dicono che gli esercizi della piccola e media distribuzione sono in difficoltà e le vendite in calo, a fronte di un aumento negli ipermercati. E' sicuramente un tema che merita di essere affrontato nella maniera più ampia possibile”.