Le giovani atlete della Ginnastica Riccione si fanno valere alla prova regionale di Fermo

Lunedì 13 Novembre 2017 - Riccione
Le atlete della Ginnastica Riccione che sono state impegnate a Fermo

Nel confronto concorrenti di età maggiore le romagnole tornano a casa con un soddisfacente settimo posto di squadra

Nella seconda prova regionale zona tecnica di Serie C2 a Fermo nelle Marche, è arrivato un buon settimo posto per le "Allieve" Tatiana Morganti Patrignani, Suamy Battistini, Lara Gambuti, Adriana Poesio e Martina Terenzi della Ginnastica Riccione, nate tra il 2006 e il 2007, chiamate a confrontarsi con squadre composte da atlete anche del 2005 provenienti da Emilia-Romagna, Marche, Umbria e Abruzzo.

Le giovani atlete della Ginnastica Riccione conquistano un soddisfacente settimo posto alla seconda prova regionale zona tecnica di Serie C2. A Fermo le ginnaste riccionesi, elegantemente vestite dalla Sigoa, sono scese in pedana per la seconda prova regionale di zona tecnica di Serie C2. Una buona prova per le Allieve Tatiana Morganti Patrignani, Suamy Battistini, Lara Gambuti, Adriana Poesio e Martina Terenzi in una competizione che ha visto in campo ginnaste oltre che dell’Emilia-Romagna, anche di Marche, Umbria e Abruzzo.

Una gara tutta in salita quella delle ginnaste riccionesi classe 2006 e 2007, che si sono dovute confrontare con squadre composte da atlete anche del 2005 e alla fine hanno ottenuto un soddisfacente settimo posto.

“Vista la giovane età delle atlete, avremmo potuto gareggiare in C3, con un programma tecnico semplificato e puntare al podio, ma questa volta l’obiettivo era quello di mettersi a confronto in un contesto un po’ più difficile per misurare la tenuta della squadra e i progressi raggiunti dopo il lavoro estivo - spiegano l’allenatrice Magda Batocco e il responsabile tecnico Stanislav Genchev -. Possiamo considerarci soddisfatti della settima posizione in classifica su 11 squadre partecipanti. Qualche punto l’abbiamo perso a causa di alcuni errori dettati dall'emozione, ma, dal punto di vista tecnico, le ragazze hanno lavorato benissimo ed era questo che volevamo vedere. Con l’esperienza e la maturità l’aspetto emotivo sarà sicuramente più facile da gestire. La prova di idomenica 12 novembre ci ha dimostrato che il percorso tecnico intrapreso è di buon livello, e di questo passo i risultati non si faranno attendere”.