Inaugurato Ecomondo alla Fiera di Rimini, ministro Galletti: "Qui c'è l'Italia che indica il futuro"

Martedì 8 Novembre 2016 - Rimini
Il ministro dell'Ambiente, Gian Luca Galletti, prima del taglio del nastro di Ecomondo alla Fiera di Rimini

Ventesima edizione per il salone della green economy. L'assessore Gazzolo: "La Regione Emilia Romagna ci crede". Il sindaco Gnassi: "Non temere il cambiamento ma interpretarlo"

"A Ecomondo c'è l'Italia che indica il futuro. La sfida è rinnovare il Paese partendo dalla nostra eccellenza ambientale e dal target della Cop21 di Parigi". Così in un tweet il ministro dell'Ambiente, Gian Luca Galletti, intervenuto questa mattina all'apertura degli Stati Generali della green economy a Rimini in occasione di Ecomondo 2016.

E' una sfida vinta quella di Ecomondo, il salone della Green economy giunto alla 20esima edizione. Tra l'altro, si tratta del primo evento organizzato da Italian exhibition group, dopo la fusione tra le fiere di Rimini e quella di Vicenza, sottolinea prima del taglio del nastro il presidente Lorenzo Cagnoni. "Questo è l'esempio di come un'esposizione contribuisce al progresso del Paese". E in Riviera si è capito che la prospettiva greeen era "fondamentale per un futuro migliore", venti anni fa. Ora la fiera è un "vanto per l'Italia", seconda in Europa solo a Ifat di Monaco di Baviera e, conclude Cagnoni, "ci mettiamo al lavoro per i prossimi 20 anni".

A credere nel'expo è anche la Regione Emilia-Romagna, sottolinea l'assessore alle Politiche ambientali, Paola Gazzolo. D'altronde "l'innovazione green è il futuro e Viale Aldo Moro cerca di dare il suo contributo". Da qui la prima legge regionale sull'economia circolare, il Piano energetico da 218 milioni di euro nei prossimi anni con l'obiettivo, entro il 2020, di ridurre del 20% le emissioni e di aumentare del 20% le energie rinnovabili e l'efficientamento energetico. Discussione aperta, inoltre, sulla prima legge per il saldo zero nel consumo di suolo. Senza dimenticare, conclude Gazzolo, la prima agenzia in Italia sulla resilienza. Insomma "sulla sfida dell'innovazione green noi ci siamo".

Questa fiera, aggiunge il sindaco di Rimini e presidente della Provincia, Andrea Gnassi, "insegna che si sta nel cambiamento interpretandolo". Si tratta di "un grande laboratorio e una grande palestra". Il Paese, aggiunge Gnassi, "non deve avere paura del cambiamento, bensì interpretarlo", anche per quanto riguarda la riforma costituzionale. Domani il primo cittadino sarà a Roma per discutere alcune questioni care alla città e spera di incontrare un interlocutore adatto, ma quello che serve, sottolinea, "è un luogo che rappresenti gli enti locali" e i loro interessi, dando un'opportunità di confronto. L'Italia, conclude, ha grandi opportunità e talenti ed Ecomondo li racchiude, ci insegna ad avere uno sguardo diverso".