Edilizia. Ecco il listino prezzi delle opere certificato dalla Camera di commercio della Romagna

Mercoledì 24 Ottobre 2018
Presentato il primo listino unitario dei prezzi informativi delle opere edili delle province di Forlì-Cesena e Rimini

Comprende 2.531 voci: 1.502 opere edili, 290 da idraulico e 739 da elettricista. Il settore dà segnali di ripresa, ma c'è una "importante contrazione dei prestiti"

Oltre 2.500 voci tra opere edili, da idraulico e da elettricista, con i relativi prezzi rilevati sul mercato. La Camera di commercio della Romagna ha presentato nella sede di Forli' il primo listino unitario dei prezzi informativi delle opere edili, delle province di Forli'-Cesena e Rimini. Il tutto grazie alla collaborazione delle imprese e al contributo di una commissione unitaria Forli'-Cesena e Rimini, composta da rappresentanti di enti, associazioni, organismi e componenti esperti del settore edile. 

Piu' nel dettaglio il listino, consultabile online, comprende 2.531 voci: 1.502 opere edili, 290 da idraulico e 739 da elettricista.

"L'attivita' di rilevazione dei prezzi rientra tra i compiti istituzionali assegnati alle Camere di commercio", ricorda il presidente della Cciaa Romagna, Fabrizio Moretti, in modo da "garantire la trasparenza del mercato". Inoltre, pur avendo un valore informativo e indicativo delle quotazioni di mercato, costituisce "uno strumento di risoluzione delle controversie. Ritengo importante il lavoro svolto e il risultato raggiunto. Uno strumento utile sia per gli operatori del settore, sia per il sistema imprenditoriale territoriale".

In termini strutturali, al 30 giugno 2018, le imprese attive del settore nelle due province sono 10.464, oltre il 14% del totale, in calo dell'1% rispetto al medesimo periodo dello scorso anno. Trend positivo per il volume di affari, su 12 mesi del 2,8% e su 18 del 2,1%. Bene le transazioni immobiliari normalizzate: 6.254 nel 2017 in aumento del 7,3%.

Piu' nello specifico di Forli'-Cesena, le imprese attive sono 5.600, il 15,1% del totale, in diminuzione dell'1,1%. A fronte di un "lungo" periodo di crisi, si registra "un miglioramento della situazione a partire dal terzo trimestre del 2016, con variazioni trimestrali congiunturali positive del volume di affari". Il trend annuale del volume d'affari e' positivo per il 3,5% e per il 2,2% sui 18 mesi. "Buona" vivacita' nel numero di transazioni normalizzate: 3.418 nel 2017 in rialzo dell'8,9%. C'e' anche pero' una "importante contrazione dei prestiti", con un calo nel secondo trimestre del 2018 dell'8,5%.

Per la provincia di Rimini le imprese attive sono 4.864, il 14,1% del totale, in calo dello 0,9%. Il volume d'affari nel secondo trimestre dell'anno cresce annualmente dell'1,8%, mentre il trend degli ultimi due anni e' pari all'1,1%. Sono 2.836 le transazioni normalizzate, in rialzo del 5,5%. Il settore riporta una "lieve" contrazione, l'1,4%.