Cronaca. Sfonda la vetrata di una macelleria a Rimini, arrestato dalla Polizia

Giovedì 29 Novembre 2018 - Rimini
Immagine di repertorio

Il 27 novembre, alle tre del mattino, un trentenne ha spaccato la vetrata di una macelleria sita in via Trieste a Rimini venendo arrestato dalla Polizia allertata anche dalle segnalazioni di alcuni cittadini, in particolare di un uomo la cui ubitazione è ubicata sopra il negozio assalito dal 30enne, di origini campane.


Stando alle segnalazioni ricevute in Questura fornite dai cittadini, il malvivente si aggirava con fare sospetto nei pressi delle attività commerciali presenti in zona, in particolare quelle situate vicino all’intersezione con via Nazario Sauro. Mentre due volanti raggiungevano il posto per i primi accertamenti, in Questura è arrivata la chiamata al numero di emergenza da parte di un cittadino svegliato in piena notte e molto allarmato per i forti rumori provenienti da sotto la sua casa. Il malcapitato, affacciatosi alla finestra, ha visto il trentenne malvivente chino dinanzi alla porta d'ingresso della macelleria, sentendo pochi attimi dopo un forte rumore di vetri infranti.

Le ricostruzioni fornite dalla Polizia di Rimini ci informano che il malcapitato aveva domandato al delinquente cosa stesse facendo, aggiungendo che avrebbe chiamato la polizia. Prima di dileguarsi di corsa, il 30enne ha apostrofato il cittadino intimandogli di non immischiarsi. Fortunatamente, nel frattempo, le volanti sono giunte sul posto bloccando prontamente il malvivente in via Nazario Sauro. Gli accertamenti hanno permesso di appurare in seguito che il 30enne aveva sfondato la vetrata della macelleria all’altezza della maniglia di ingresso ferendosi, oltretutto una mano. Il delinquente è stato arrestato per  tentato furto aggravato e condotto nelle camere di sicurezza della Questura, in attesa del processo per direttissima previsto nella mattinata del 28 novembre.