Brindisi al 2018 e raccolta di fondi per le attività: i volontari dell'Anmic a Riccione

Domenica 24 Dicembre 2017 - Cattolica - Valconca, Riccione, Rimini
Brindisi augurale a Riccione con i volontari dell'Anmic

L'associazione vuole dotare la Casa Sociale di arredi ed attrezzature per lo svolgimento delle attività. Appuntamento giovedì 28 dicembre dalle 10 a sera in viale Ceccarini

Giovedì 28 dicembre dalle 10 alle 21 i volontari dell'Associazione nazionale Mutilati ed Invalidi civili della provincia di Rimini saranno alla “Casetta delle Associazioni” in viale Ceccarini a Riccione per brindare al nuovo anno e a raccogliere contributi per dotare la Casa Sociale degli arredi ed attrezzature necessarie allo svolgimento delle attività. Presso il Centro di Quartiere Fontanelle in via Sicilia 61 a Riccione l’Anmic sta allestendo un locale dove svolgere gratuitamente attività rivolte a invalidi civili, disabili e loro famiglie.

L’Anmic (Associazione nazionale Mutilati ed Invalidi civili) della provincia di Rimini, ente morale e associazione di promozione sociale che opera gratuitamente e senza fini di lucro e che per legge tutela e rappresenta la categoria, organizza occasionalmente raccolte di fondi, contributi, offerte ed erogazioni liberali da destinare al finanziamento delle proprie attività istituzionali. Giovedì 28 dicembre dalle 10 alle 21 i suoi volontari saranno alla “Casetta delle Associazioni” in viale Ceccarini a Riccione per brindare al nuovo anno e a raccogliere contributi per dotare la Casa Sociale Anmic degli arredi ed attrezzature necessarie allo svolgimento delle attività.

Presso il Centro di Quartiere Fontanelle in via Sicilia, 61 a Riccione l’Anmic sta allestendo un locale (l’ex farmacia) - di fianco alla sede della Commissione Medica per l’accertamento dell’invalidità dell’Ausl della Romagna - dove svolgere gratuitamente con propri volontari attività rivolte a invalidi civili, disabili e loro famiglie del territorio Rimini Sud (Riccione, Cattolica, San Giovanni in Marignano, Misano Adriatico, Coriano e prima collina). Alle attività istituzionali nella Casa sociale Anmic verranno istituiti Sportelli di Ascolto sulle tematiche che investono i disabili in genere e front office specifici anche in convenzione per tutti i servizi: dal patronato all’assistenza fiscale, a consulenze medico-legali, barriere architettoniche. Nel centro è previsto uno spazio accoglienza per ricevere disabili, famiglie ed amici che desiderano frequentare al di là delle specifiche esigenze, nonché un’area wifi gratuita, postazione internet ed uno spazio conferenze.