Antico/Presente Festival del Mondo Antico: da giovedì 7 la XIX edizione a Rimini

Mercoledì 6 Dicembre 2017 - Rimini
L'interno della Domus del Chirurgo a Rimini, aperta al pubblico il 7 dicembre 2007

"I FERRI DEL MESTIERE. La cultura del prendersi a cuore" è il tema dell'evento che celebra i dieci anni di apertura della Domus del chirurgo e i 600 anni dalla nascita di Sigismondo Pandolfo Malatesta

Antico/Presente Festival del Mondo Antico incontra quest’anno il week end dell’Immacolata aggiornando il suo calendario al 7, 8 e 9 dicembre. L’evento, giunto alla XIX edizione, festeggia il compleanno della Domus a dieci anni dalla sua apertura al pubblico (7 dicembre 2007). Un cuore antico che continua a battere nel centro di Rimini facendo parlare di sé nel mondo e attirando l’interesse di un pubblico sempre più numeroso, curioso di conoscere i segreti di Eutyches. La ricorrenza ha dunque ispirato il titolo del Festival: I FERRI DEL MESTIERE. La cultura del prendersi a cuore. 

Avere a cura l'uomo e i beni comuni si profila come un’arte: da quella medica a quella della tutela del patrimonio culturale, dalla cura del corpo a quella dello spirito, da quella della res publica a quella della società nelle sue frange più deboli ed esposte.

Come nella tradizione il Festival sviluppa l'argomento-guida declinandolo fra antico e presente. E con un omaggio a un altro importante anniversario per Rimini, i seicento anni dalla nascita di Sigismondo Pandolfo Malatesta.

I primi a fare gli auguri alla Domus saranno i tanti studenti che hanno aderito alle proposte loro riservate nella mattinata di giovedì. Su un’eredità preziosa e sempre attuale come quella dei classici e del mito, i ragazzi si confronteranno con Massimo De Nardo e Piero Boitani o condivideranno i risultati del progetto didattico I miti e gli eroi.

Nel pomeriggio, alle ore 17, nella Sala del Giudizio del Museo della Città, il momento inaugurale del Festival. Sarà l’occasione per i saluti di rito portati da Roberto Balzani (Presidente IBC regione Emilia-Romagna), Massimo Pulini (Assessore alle Arti del Comune di Rimini), Antonella Sambri (Società editrice Il Mulino) e per un confronto sui “2000edieci anni di Domus del Chirurgo”. Un incontro a più voci che vedrà anche la partecipazione di Giorgio Cozzolino (Soprintendente Archeologia Belle Arti e Paesaggio) e di Stefano De Carolis (Direttore della Scuola di Storia della Medicina dell’Ordine dei Medici di Rimini). Protagonista dell’incontro il sito della Domus del Chirurgo, la sua storia in questi ultimi dieci anni di vita tra fama e studi, criticità e prospettive. Con un focus sugli interventi di restauro avviati in questi giorni e sul progetto di valorizzazione del corredo chirurgico esposto nelle sale del Museo.

Il Festival avrà quindi l’onore di ospitare Andrea Lollini che parlerà di Nuove frontiere del prendersi cura: il diritto incontra le neuroscienze in un dialogo con Fabio IsmanNon avrà dunque luogo la già annunciata lectio magistralis  di Gustavo Zagrebelsky che, per motivi personali, non potrà invece essere presente.

L’incontro pone al centro il tema del Festival con particolare riguardo alla cura e alla tutela del diverso. Argomenti che stanno a cuore ad Andrea Lollini, giurista e docente di Diritto pubblico comparato all’Università di Bologna che vanta un curriculum internazionale e che attualmente è Marie Curie Global Fellow (San Francisco) and University of Bologna. Dirige la ricerca: NEDBELS (Neurodiversity Between Law and Science). Questo progetto ha ricevuto finanziamenti da European Union’s Horizon 2020 research and innovation programme.

La serata (ore 21) vede Giovanni BrizziGiovanni Camilleri e Marco Guidi dialogare con Pino Donghi sul tema che trae spunto dalla formazione sul campo militare del chirurgo di Ariminum, per affrontare temi sempre attuali e urgenti, quale il ruolo della medicina in situazioni di guerra.

E per allargare lo sguardo, in senso diacronico, sul mondo, sulle ferite causate dai conflitti, sull’impegno scientifico e umanitario.

 

Il Festival offre l’opportunità di visitare gratuitamente, nelle tre giornate (7, 8, 9 dicembre) il Museo della Città e la Domus del Chirurgo.

http://antico.comune.rimini.it/