Abusi edilizi: nel 2017 a Rimini effettuati 1.670 accertamenti, con 245 notizie di reato

Martedì 9 Gennaio 2018 - Rimini
Un cantiere edile (foto di repertorio)

Condotti dalla Polizia municipale nei cantieri o negli immobili

La battaglia del Comune di Rimini contro gli abusi edilizi, nel 2017, ha portato a 1.670 accertamenti, 185 in piu' rispetto all'anno precedente. Condotta dall'ufficio della Polizia municipale e dal Settore controlli edilizi, l'attivita' ha portato appunto a piu' di 1.600 accertamenti nei cantieri o negli immobili e indagini di Polizia giudiziaria. Sono 989 atti di polizia giudiziaria redatti per il completamento delle notizie di reato e delle indagini, anche questi in salita di 137 unita'. A seguito degli accertamenti si contano 245 notizie di reato redatte (15 in piu' sull'anno scorso).

Passando alle violazioni penali contestate per la mancanza del certificato di collaudo, il numero definitivo dell'anno si ferma a 38, in calo di 27 unita'. E ancora, sono 25 le violazioni contestate per dichiarazioni false (+11), una per abuso d'ufficio, 98 le deleghe di indagine svolte a seguito di disposizioni della Procura (-54), sei cantieri sottoposti a sequestro giudiziario, uno in meno dell'anno precedente, mentre sono 38 i cantieri risultati regolari. Infine, si contano 310 pratiche allo sportello unico per l'Edilizia (numero piu' che quadruplicato, nel 2016 sono state 60) e cinque verifiche ambientali per la corretta manutenzione dei fossi stradali ed interpoderali.

"Anche nel 2017 abbiamo mantenuto alta l'attenzione sul tema con un numero importante di accertamenti e di atti, in netto aumento rispetto al 2016 - sottolinea l'assessore all'urbanistica Roberta Frisoni - Un'attivita' necessaria per la tutela della legalita' e il rispetto delle regole, ma che e' anche la base indispensabile per un rilancio del settore su basi solide, insieme ai nuovi strumenti di pianificazione urbanistica e al percorso di semplificazione e digitalizzazione del settore che abbiamo avviato".